Cinque Terre Le voci del territorio

IL II° CONVEGNO NAZIONALE PER LA FUSIONE DEI COMUNI

di Guido Ghersi 

Il suggestivo scenario delle Cinque Terre, è stato il 18 e il 19 Maggio, la location della “Fusione dei Comuni Coordinamento Nazionale”(FCCN), per discutere del tema della governance degli enti locali italiani. Il “Coordinamento…”sorto il 9.7.2016 a Chivasso (T0), sulla spinta di spontanei comitati nati nei Comuni di alcune regioni. Per l’occasione sono state organizzate queste due giornate, tenutesi al 2° piano del Palazzo comunale.

Nella prima giornata si è discusso di: 

  • Leggi regionali sulle fusioni e la necessità di armonizzarle in tutto il territorio nazionale;
  • Città metropolitane, come ripensare al governo del territorio;
  • La legge regionale sulle fusioni della Liguria, per conoscerla e migliorarla;
  • La proposta di modifica della L.R. 12/’94 della Liguria su iniziativa dei consigli comunali.

Erano presenti i componenti del direttivo nazionale(in scadenza) ed il relativo staff tecnico. Nella discussione sono intervenuti: Daniele Ruscigno, Sindaco di Valsamoggia (BO), Giacomo Biugliani, Presidente della Commissione Bilancio del Consiglio Regionale della Toscana e Corrado Valsecchi, Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Lecco e responsabile del progetto di fusione “Grande Lecco”, autore di un pregevole volume di 114 pagine che porta lo stesso titolo. Ma perché si diffondono le fusioni tra Comuni? Studi ed esperienze dimostrano la stretta correlazione tra l’efficienza, l’autorevolezza e il peso politico delle istituzioni di un territorio e le sue potenzialità di sviluppo: autonomia a livello decisionale, progettualità, accesso diretto a finanziamenti anche europei, attrattività per gli investimenti privati, sono favoriti dalla dimensione e dalla qualità delle istituzioni di governo del territorio. In tal senso la legge italiana incoraggia da anni le associazioni dei Comuni per la gestione delle loro funzioni fondamentali. E’ inoltre fortemente incentivata, e in modo crescente di anno in anno, la fusione dei Comuni, come forma di aggregazione solida e definitiva che costituisce oggi l’unica strada per dare valore alle amministrazioni locali e consentire una sostanziale ripresa. Nel 2018, sono già 108 i progetti di fusione approvati, che hanno coinvolto oltre 400 Comuni (il 5% del totale nazionale). Lo scopo e le attività del “Coordinamento” sono quelle di dare una voce più forte e compatta a tutti i Comitati che localmente promuovono la fusione quale strumento di ottimizzazione, di crescita e di sviluppo.

L’attività si svolge lungo questi cinque assi:

  • Rappresentare i propri soci a livello nazionale;
  • Promuovere a livello mediatico le più alte istituzioni;
  • Diventare un organo consultivo a livello nazionale
  • Sostenere le attività dei comitati presso le sedi istituzionali locali e regionali
  • Divulgare informazioni tecnico-giuridiche sia ai soci che ai cittadini.

Per la fusione, i liguri ritengono che i Comuni di piccole dimensioni (sotto i 5 mila abitanti) siano troppi (183 su 234 Comuni, pari al 78%) e che 8 su 10 siano però favorevoli alla fusione. A tal proposito, il Presidente del “Coordinamento” Antonello Barbieri di Busalla (GE) ha dichiarato che “le fusioni migliorano la qualità della vita dei cittadini e contribuiscono a salvaguardare i territori tanto che lo ha certificato la Corte dei Conti in un recente report e lo testimoniano gli abitanti dei Comuni (circa 150 in Italia dal 2013 ad oggi) che hanno già fatto, a mio avviso la scelta giusta. I cittadini della Liguria, sembrano dar ragione ai promotori, anche alla luce di un recente sondaggio, dal quale risulta che i cittadini liguri siano favorevoli alle fusioni con punte dell’80% e curiosamente con percentuali ancora maggiori tra le fasce di popolazione più anziana. Tuttavia la Liguria ha dimostrato scarso interesse alle opportunità economiche ed organizzative concesse dalle norme statali, al punto che ad oggi si è attivata una sola fusione, quella tra Montaldo e Carpasio (IM). Sperando di una presenza dei rappresentanti della Giunta Regionale alla nostra iniziativa, volta ad individuare alcuni correttivi alle vigenti leggi che facilitano il percorso per consentire ai cittadini, attraverso il meccanismo del referendum di essere arbitri del proprio destino. Confidiamo nella più volte esplicitata attenzione che il Presidente Giovanni Toti, pone nella razionalizzazione e nell’efficientamento della cosa pubblica e mi auguro che si tratti solo di disattenzione. Invieremo una concreta proposta e chiederemo un incontro proprio al Presidente della Liguria e al Presidente del Consiglio Regionale. Un dialogo che dovrà essere affrontato in totale collaborazione con l'”ANCI/Liguria”.

Nella seconda giornata, al mattino si è tenuta la relazione dell’attività del “Coordinamento…” e il resoconto economico-finanziario 2017 da parte del Presidente Barbieri. Nel pomeriggio, si è sviluppato un dibattito dei tecnici su diverse opzioni . Infine si è passati al rinnovo delle cariche a seguito di votazione. Antonello Barbieri (Comitato Valle Scrivia-Liguria) riconfermato; Vice-Presidente, Emilio Torri (AssociazioneAMiunaCittà Ivrea-Piemonte), segretario Carlo Clementoni (Comitato Città Grande-Grottamare-Marche), consiglieri: Mario Profico (Associazione Culturale Cariga- Puglia), Massimo Romani (Comitato Città Grande-Massignano- Marche) e Roberto Benvenuto (Associazione Cinque Terre Un Comune-Liguria). Per l’area tecnica: per il Nord Luca Beccaria, per il Centro Federico Gusmeroli e per il Sud, Luigino Sergio. Nei due giorni del convegno, notata la vistosa assenza dei Sindaci di Vernazza e Riomaggiore, oltre a quelli della Riviera.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.