Mangiare sul territorio

I PIATTI DELLA TRADIZIONE ALL’OSTERIA TUMELIN DI LEVANTO

di Guido Ghersi 

I turisti, soprattutto italiani, che si recano per la prima volta a Levanto, chiedono del ristorante “Tumelin”. Ma il nome corretto è “Osteria Tumelin”, in Via Domenico Grillo, 32 angolo con Via Don Emanuele Toso. L’Osteria esiste da ben 47 anni, quando i fratelli Pensa, originari di Vernazza, rilevarono la storica “Osteria Patina” della famiglia Repetto e decisero che la nuova gestione del locale si doveva far subito notare. Fu così che inaugurarono la loro straordinaria cucina, a base di pesce sempre fresco, grazie  ai loro fornitori e pescatori di fiducia. “Quando costruisci rapporti di questo tipo, basati non sul prezzo, ma sulla fiducia, puoi essere certo che gli ospiti rimarranno sempre soddisfatti”- ci hanno confidato Marco e Damiano, che si occupano della cucina. Una semplice ricetta, a cui si abbina un’ottima qualità del servizio nelle tre sale, coordinate da Anna e dalla figlia Romina. L’Osteria, negli anni, è sempre riuscita a servire piatti che rimandano a gusti e sapori della cucina ligure. Tra i piatti più conosciuti ed apprezzati dai clienti, ricordiamo: le alici al limone, i moscardini al forno, le acciughe ripiene, le pennette agli scampi, i tagliolini al polpo e il “risotto alla Tumelin”, con i frutti di mare. Tra i secondi piatti: astici ed aragoste, direttamente dal loro acquario, visitabile in una delle sale, ed ancora grigliate miste, freschi branzini, orate e rombi serviti con patate, pomodori ed olive. Poi la “crostata Tumelin” chiude il ricco menù.

PIATTI

Il locale è posto a pianterreno della casa Restani esempio di edificio mercantile medioevale (XIV° secolo) in cui sono presenti inferiormente tre grandi archi, costruiti in funzione dell’antico porto. Le quadrifore e le trifore al 1° piano, al pari della restante parte dell’edificio, sono completamente frutto di un restauro  un po’ “azzardato”, attuato all’inizio del ‘900. Soltanto la muratura e gli archi in peridotite, sono originali. La casa fu anche sede del Comune e del Capitanato.

SALA

L'”Osteria” ha anche spazi all’esterno ed è qui che i fratelli Pensa, hanno saputo tramandare la loro arte ai nuovi titolari e famigliari come Marco, Damiano, Francesca e Romina. E’ una bella sensazione il poter stare a tavola, circondati da altra gente, godendosi il pasto in tranquillità, senza fretta. Soprattutto nelle tiepide giornate di mezza stagione, quando al mare ci si va proprio per cercare il gusto semplice e fresco della cucina ligure servito dall'”Osteria Tumelin”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.